Strutture sanitarie

In campo sanitario, con il contratto di concessione di lavori pubblici, l’amministrazione affida al privato concessionario la progettazione, la costruzione e la gestione dell’infrastruttura e, in particolare, la gestione di servizi non medicali, ossia tutti quei servizi strumentali all’attività sanitaria e di cruciale importanza per il servizio pubblico reso ai cittadini/utenti. Tali servizi sono resi a fronte di canoni corrisposti dalla PA al concessionario, il quale può anche fornire, in aggiunta, ulteriori servizi di natura commerciale, pagati direttamente dagli utenti. I servizi core, attinenti alle prestazioni rientranti nel servizio sanitario nazionale, sono riservati, di norma, esclusivamente all’amministrazione sanitaria, con l’eccezione delle peculiari fattispecie contrattuali affidate nell’ambito di programmi di sperimentazione gestionale.

(Fonte: Banca d'Italia - Questioni di economia e finanza N. 82 - Allocazione dei rischi e incentivi per il contraente privato: un’analisi delle convenzioni di project financing in Italia)

Tipologie di Contratti

Il Codice dei contratti pubblici, all’art. 3, comma 15-ter, definisce i contratti di partenariato pubblico privato come... segue